Cammini di rinascita

Cammini di riNascita e di speranza: Natale di luce, esperienze e tradizioni

Progetto condiviso tra le Pro Loco di Cannole, Serrano e Carpignano Salentino

“Cammini di riNascita e di speranza: Natale di luce, esperienze e tradizioni” è l’evento ideato dalla Pro Loco Cerceto di Cannole, realizzato insieme alle Pro Loco di Serrano e Carpignano Salentino.

Le tre Pro Loco intendono, grazie a questo progetto, trasferire alle comunità un messaggio di speranza e di luce per il Natale 2020; un Natale segnato dal clima di incertezza e di difficoltà nel quale l’intera umanità è precipitata a causa della terribile pandemia ma che deve far ritrovare lo spirito di unità e di condivisione che un tempo connotava tutte le collettività.
Un ritorno all’antico, alle tradizioni di questa terra, alle radici delle comunità, trasferiranno con un lessico nuovo la suggestione del Natale a Cannole, Serrano e Carpignano Salentino.
La presente proposta progettuale intende valorizzare le antiche tradizioni del Natale delle tre comunità locali che si incrociano lungo un pezzo di Via Francigena, da Martano verso Otranto, intrecciando un importante tratto di via Traiana-Calabra.
Più precisamente l’idea ha un duplice obiettivo promuovere le tradizioni natalizie dei tre borghi e promuovere i ‘cammini’ anche durante il periodo invernale, solitamente meno dedicato ai pellegrinaggi e alle passeggiate, evocando il cammino dei pastori, quindi, il cammino verso la speranza attraverso la storia e le tradizioni.
Un cammino che attraverserà il Natale, il nostro territorio ma anche la nostra storia e le nostre tradizioni. Un cammino di luce e suoni nel cuore del Salento.
Un cammino di luce, di gioia e di suoni che si propone di valorizzare anche l’unicità del paesaggio naturale che in questo tratto incrocia il bosco di Torcito. Si narrerà la civiltà locale di un tratto della Grecia Salentina posto sulla traiettoria del più antico dei cammini religiosi, la Via Francigena, che attraversa Carpignano Salentino, si proietta verso il borgo di Serrano e, lambendo il meraviglioso Parco di Torcito, giunge fino a Cannole.

Su questo percorso, l’incanto del paesaggio si incrocia con la storia e con la cultura locale.
La Pro Loco Cerceto racconterà i legami stretti dalle comunità con la Masseria Cerceto (la locale Pro Loco mutua il nome da questa masseria). Masseria Cerceto o Torcito è uno degli esemplari di masseria salentina più̀ suggestivi e carichi di storia di questi edifici-fortezze, situata a ridosso di Cannole e abitata fino agli anni Sessanta.
Si tratta di luoghi, dove storia, paesaggio e cultura sono legati indissolubilmente alle tradizioni.
Qui, le celebrazioni natalizie iniziano il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre.
Ma la bellezza del Natale è soprattutto nell’attesa: nei profumi degli impasti in cucina, nella cartapesta che prende forma e da vita ai presepi, nella speranza che brilla nei cuori e nelle luci che illuminano le strade.
Occorre tornare a raccontare queste tradizioni e passarle alle giovani generazioni affinché si possano riappropriare della storia di questi luoghi.
Per questo motivo, le tre Pro Loco utilizzeranno un canale YouTube sul quale saranno caricati e resi disponibili dei tutorial che insegneranno a lavorare la cartapesta e a impastare pittule e lavorare la frolla dei dolci natalizi tipici del posto.
Un laboratorio online di cartapesta, realizzato da un’artista maestra cartapestaia di arte sacra con un tutorial, consentirà di imparare le fasi della lavorazione dell’antica tecnica della cartapesta.

Com’è noto, la tradizione salentina vede accendersi le feste natalizie con le pittule, i porceddhuzzi e le carteddhate. Non sono mai mancate in nessuna casa che si rispetti: dalle semplici tavole dei contadini di un tempo, alle grasse tavole dei nostri giorni. Secondo le antiche usanze, le donne salentine impastano, spianano, friggono e guarniscono con miele e frutta secca i dolci natalizi già un mese prima del Natale.

Per comunicare e trasmettere l’importanza, dunque, della tradizione gastronomica natalizia, le Pro Loco organizzeranno dei laboratori anche sui dolci tipici e sulle pittule.

Le pagine di storia di questi territori raccontano dei mercatini natalizi, dove un tempo era usanza girare per cercare doni semplice da regalare. In questo Natale in cui tutti i mercatini sono stati annullati sarà importante raccontarne la tradizione quando si cercava un fischietto di terracotta per i più piccoli o dei centrini ricamati a mano per le ragazze in età di matrimonio; uno scialle in lana per la nonna o una buona bottiglia di negroamaro, prodotto con le uve di Pasulo, la campagna che da Carpignano Salentino si estende fino a Serrano.

Per intrecciare e legare, ancora di più, il filo della tradizione alla storia da tramandare, saranno organizzati, così, dei laboratori online di ricamo, tombolo, uncinetto e punto antico.
Sapienti mani artigiane realizzeranno i tutorial.

Come ogni anno, il momento più intenso del Natale è la vigilia.
A Cannole, la vigilia è molto sentita: il 24 dicembre l’appuntamento è dedicato soprattutto ai più piccini.
La domenica precedente la Vigilia di Natale arriverà al centro della piazza la slitta di Babbo Natale che in una cassetta raccoglierà le tante letterine con i sogni e i desideri dei bambini.
Sarà lo stesso Babbo Natale che, come si conviene e rigorosamente sulla sua slitta, consegnerà i doni ai più piccoli proprio la sera della vigilia.

Intanto a Carpignano Salentino e a Serrano, nei bellissimi centri storici, i Presepi Artistici, segno di una profonda cristianità, riporteranno il racconto nella Betlemme di Gesù.

Ma a narrare il Natale 2020 saranno soprattutto le luci.
Quest’anno, come segno di buon auspicio, il periodo natalizio si accenderà di tradizione e le luminarie salentine daranno vita alle stelle che illumineranno i tre borghi e che accomuneranno in una traiettoria ideale Cannole, Serrano e Carpignano Salentino.

Un filo ideale collegherà le stelle che brilleranno in questi tre paesi posti sul tratto griko della Via Francigena.

Una passeggiata sul tracciato indicato dalla freccia gialla, seguendo l’antico sentiero dei pellegrini, immergendosi nelle campagne spoglie e illuminate unicamente dalla luce della luna e da quella delle torce, consentirà di percorrere un cammino con una luce nuova di speranza.

EVENTI ORGANIZZATI:
video – tutorial di laboratori artistico-creativi, gastronomici e didattico-informativi.
Tutti i video saranno caricati sulla piattaforma YouTube e diffusi sui canali social

Festa della Municeddha dal 10 al 13 agosto a Cannole

La festa che è diventata tradizione

Logo di Festa della Municeddha

Dove siamo

Cannole

Info

Comunicazione e Marketing
Tiziana Protopapa
tiziana.procerceto@gmail.com

Pro Loco Cerceto
procerceto@libero.it

 

© 2019 Festa della Municeddha, Tutti i diritti sono riservati